lunedì 1 dicembre 2014

Io non odio il lunedì

Da quando non lavoro più in ufficio, non odio più il lunedì.
Anzi, da quando faccio la wedding planner a tempo pieno non odio più il lunedì.

Quindi, buon lunedì a tutti, soprattutto oggi che è il primo dicembre. Cosa vuol dire?
Mancano 24 giorni a Natale, mancano 6 giorni al mio compleanno, mi sento finalmente autorizzata ad impazzire con il mood natalizio, oggi farò l'albero di Natale.

Giornata iniziata con colazione in due al bar sotto casa (quello del bookcrossing, ve lo ricordate?) e proseguita con un giretto al mercato.

Forse non lo sapete, ma ho una vera e propria venerazione per i mercati, sia quelli di quartiere che quelli comunali coperti e fondamentalmente per due principali motivi:
1. la qualità della merce è, spesso, nettamente migliore rispetto al supermercato
2. posso parlare con le persone.

Sul punto primo posso raccogliere l'obiezione del prezzo. Effettivamente oggi dal fruttivendolo non ho proprio speso poco. Ma. C'è un MA grande come una casa: la qualità. Non rischio di trovare verdura ammuffita dopo due ore dall'acquisto, frutta e verdura durano anche una settimana nel frigo senza marcire e senza cambiare sapore, il sapore della verdura è simile a quello che dovrebbe avere. Capita anche che le zucchine sappiano di zucchine (e non di acqua) e che la vellutata abbia dunque un buon sapore naturale. Robe decisamente fantascientifiche a Milano.

Inoltre... si parla con le persone: mi sono fermata in polleria per le uova e ho chiacchierato con il signore al banco del tempo. Mi ha anche informato che questa umidità gli da fastidio alle ossa.
Poi sono passata al banco della pasta fresca e ho scambiato ricette con la signora che mi ha servito. Consigli sui tempi di cottura della pasta e qualche sugo sfizioso: domani farò le trofie con patate e fagiolini!

Io adoro parlare con le persone. Sono una gran chiacchierona e trovo che scambiare idee sia estremamente salutare. Mi piace entrare in un negozio, parlare del tempo e delle banalità perchè, al di fuori del "uffa piove ancora" e del "si stava meglio quando si stava peggio", hai la possibilità di scoprire tante cose nuove, idee che possono diventare le tue e conosci un po' quello che succede al di fuori delle tue quattro mura. No, la televisione e internet ormai non bastano. Anzi, a volte ti fanno solo sapere i fatti che accadono dall'altra parte del mondo. Poi non sai quali sono i negozi sotto casa tua.







1 commenti:

  1. Visto che è partito Agon Channel? Sembra molto interessante! http://www.tvzoom.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14160:video-antonio-caprarica-ad-agon-channel-faro-un-tg-rapido-senza-cronaca-nera-e-globale&catid=14:talent&Itemid=18

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

Colorato Di Pink Template by Ipietoon Blogger Template